Call of Duty®: Vanguard

Incontra gli operatori della campagna di Call of Duty: Vanguard

Incontra gli operatori della campagna di Call of Duty: Vanguard

Incontra gli operatori d'élite della campagna di Vanguard

Chi sono gli operatori che hanno guidato le forze speciali globali, la Task Force One?

Nella campagna di Call of Duty: Vanguard, il gruppo di cinque eroi formato da Richard Webb e i personaggi giocabili Arthur Kingsley, Polina Petrova, Lucas Riggs e Wade Jackson è una squadra internazionale istituita verso la fine della Seconda guerra mondiale per annientare la minaccia rappresentata dalle forze dell'Asse, prima che esse possano fuggire e riorganizzarsi. Inoltre, questi operatori rappresentano un terzo dei 12 personaggi giocabili disponibili al lancio nella modalità multigiocatore, la cui beta si è svolta questo settembre.

Dietro questi operatori si cela il team narrativo di Sledgehammer Games, il quale ha svolto accurate pianificazioni, stesure e ricerche per la campagna di Vanguard, dando così vita a tutti gli operatori della modalità multigiocatore che saranno presenti al lancio e nelle future stagioni.

Il lavoro che svolgono per Vanguard è una testimonianza della capacità di scrittura dello studio. Se vuoi conoscerli meglio, dai un'occhiata al nostro blog principale, che approfondisce il "dietro le quinte".

Ma continuando a dare un'occhiata alla campagna di gioco, ecco cosa devi sapere sui quattro protagonisti che andrai a giocare e sull'antagonista principale: Hermann Wenzel Freisinger.

Sergente Arthur Kingsley

Kingsley

Capo e cuore della Task Force One, Kingsley è nato nella regione del Douala, in Camerun, e ha frequentato l'Università di Cambridge per poi arruolarsi nell'esercito britannico. Un uomo dalle nobili origini incoraggiato dai suoi genitori a studiare le lingue: parla inglese, tedesco, francese, portoghese e bantu (sia il dialetto equatoriale che quello settentrionale). Si è sempre discusso di politica a casa sua e, da bambino, ogni sera sua madre gli leggeva il suo libro preferito: I tre moschettieri.

Nonostante Kingsley sia un leader nato, teme di cadere vittima dei modelli tradizionali dell'esercito britannico, talvolta riflettendo troppo in situazioni dove i suoi soldati potrebbero perdere la vita. Tuttavia, tutto questo indica un'attenzione quasi ineguagliabile verso coloro che prestano servizio al suo fianco e Kingsley si adopera ogni giorno non solo per proteggerli, ma anche per guadagnarsi il loro rispetto.

Nel profondo, Arthur ha un animo buono e sfoggia sempre un sorriso cordiale, ma al tempo stesso astuto. Mette il cuore in ogni cosa e nutre profonda empatia verso chi gli sta accanto. Ama la sicurezza e il calore della sua famiglia e desidera il ritorno della pace.

Tuttavia, Arthur cela del risentimento. Nonostante la sua comprensione dei mali nel mondo, non è in grado di porvi rimedio. È proprio per questo che sente fermamente di dover combattere i nazisti, così da proteggere la sua terra e mettere fine alle idee pericolose propagandate dal nazismo.

Tenente Polina Petrova

Petrova

Nata e cresciuta a Stalingrado, Polina Petrova non è diventata una soldatessa per scelta, ma per difendere il proprio paese.

Stalingrado è stata la casa della sua infanzia, dove ha vissuto molti ricordi felici, tra cui battute di caccia con suo padre e suo fratello. Nonostante la perdita della madre un decennio prima della guerra abbia lasciato un segno su di lei, l'invasione dell'Asse con l'Operazione Barbarossa ha avuto un impatto ancora più brutale sul suo mondo. Con le abilità da cecchina apprese dalla sua famiglia, scriverà la sua storia di vendetta per tutto ciò che lei e la sua comunità hanno perso.

Polina è una donna di poche parole, ma quando parla lo fa con uno scopo, lasciando spesso un forte impatto sugli altri. È un lupo solitario che si apre solo con le persone delle quali si fida e che rispetta profondamente, e quando lo fa dimostra uno spirito tagliente e arguto.

Anche se condivide raramente ciò che pensa, le sue azioni parlano da sé. Spesso affronta personalmente le situazioni senza aspettarsi alcun aiuto, specialmente quando la sua sete di vendetta e la sua furia cieca prendono il sopravvento.

Sia a parole che con i fatti, Polina è spinta dal desidero di vedere la sua terra libera dagli invasori nazisti e non ha paura di anteporre la sua guerra personale ai suoi doveri.

Soldato Lucas Riggs

Riggs

Lucas Riggs preferisce i fatti alle parole, e nonostante la sua personalità non sia esattamente dinamica, i suoi metodi per affrontare le minacce sono decisamente calorosi.

Figlio di allevatori di pecore nato alle porte di Melbourne, in Australia, ha lavorato con la sua famiglia, prendendosi cura del gregge e raccogliendo lana. Tuttavia, allo scoppio della Seconda guerra mondiale, non ha esitato ad arruolarsi, prima ancora che il servizio di leva venisse introdotto. Era pronto a vedere il mondo e a combattere un male ben più grande dei criminali di provincia della sua zona.

Riggs può essere descritto come un enigma, ma non si offenderebbe sentendo questa definizione, poiché comprende le persone tanto quanto esse comprendono lui.

Per i suoi alleati, Riggs è un gigante buono e spesso è l'anima della festa, anche se non è una persona che cerca i riflettori. Per i suoi nemici, Riggs è un brutale e minaccioso guerriero che segue un suo codice d'onore. Affronta di petto e con forza bruta le ingiustizie utilizzando la sua specialità all'interno dell'esercito australiano: gli esplosivi.

In ultima analisi, Riggs è la definizione della passione che scorre in un soldato. Mette il suo paese e i suoi compagni di squadra sempre al primo posto e vuole mostrare a tutto il mondo di che pasta sono fatti gli australiani.

Tenente scelto Wade Jackson

Jackson

Il pilota Wade Jackson, più a suo agio tra i cieli che a terra, è un prodotto di New York... ed è irremovibile sul compiere da solo tutte le sue acrobazie, anche se la missione non lo richiede.

Essendo un americano di prima generazione cresciuto a Brooklyn, Jackson è un ribelle che si ritrova spesso a fare a pugni, specialmente se è in gioco il rispetto verso la sua famiglia. Brillante, anche se non troppo appassionato all'istruzione tradizionale, Jackson ha scoperto l'amore per la velocità all'età di 16 anni attraverso un corso scolastico di recupero. Lui e i suoi amici rubavano spesso dei mezzi al negozio per farsi qualche giretto sulla nuovissima Interboro Parkway, dov'era l'unico tanto spericolato da riuscire a domare le curve pericolose della strada ad alte velocità.

Dopo la scuola superiore, il suo ritrovato amore per l'adrenalina ha dato i suoi frutti, quando è stato accettato nel programma cadetto dell'aviazione della marina ed è diventato un pilota di bombardieri. Sin da allora, è diventato una vera forza nel Pacifico.

Carismatico e ricco d'entusiasmo, Wade non rifiuta mai una sfida e non vede l'ora di sfoggiare i suoi talenti naturali per dimostrare di essere il migliore. È egocentrico e si considera speciale, ritenendo di poter risolvere qualsiasi problema grazie al coraggio.

È una testa calda che preferirebbe essere un lupo solitario, ma non disdegna dei compagni di squadra competenti se questi non lo intralciano.

Sergente Richard Webb

Webb

Anche se condivide lo stesso grado con il suo compagno di squadra Arthur Kingsley, il sergente Richard Webb è il suo braccio destro, amico e confidente.

Webb è cresciuto in una famiglia di eruditi e ha seguito le orme dei suoi genitori, diventando professore all'università in cui lavoravano. Di conseguenza, non aveva alcuna intenzione di combattere nella Seconda guerra mondiale. Era sicuro che il suo lavoro all'università l'avrebbe esentato dal prestare servizio. Tuttavia, la leva obbligatoria non l'ha risparmiato, portandolo a unirsi con riluttanza all'esercito.

Sa che il suo paese ha bisogno di lui per vincere la guerra, ma non vede alcun onore nel servirlo. Invece, vede l'essere un soldato come un lavoro che dev'essere svolto qualora esista anche solo una speranza di far tornare la vita alla normalità.

Non avendo alcun sogno di gloria né l'entusiasmo di offrirsi volontario per un incarico ad alto rischio, spesso Webb adotta un approccio cauto e calcolato per ogni conflitto, sfruttando la sua intelligenza basata sul realismo per giungere a una decisione corretta. Proprio per questo, Webb crede che le sue scelte siano sempre giuste e la sua testardaggine fa deragliare le discussioni tanto quanto il suo palpabile pessimismo quando una situazione potrebbe precipitare.

Il momento cruciale di Webb si svolge durante l'Operazione Tonga, dove il suo modo di comandare e quello di Arthur Kingsley raggiungono un punto di rottura. Sta a te scoprire ciò che accade dopo, insieme alla decisione di Webb di unirsi alla Task Force One, nella campagna di Vanguard.

SS Oberst-Gruppenführer Hermann Wenzel Freisinger

Freisinger

Freisinger, l'antagonista principale della campagna di Vanguard, è un ufficiale nazista arrogante e ambizioso che lavora nel quartier generale della Gestapo a Berlino. È al comando degli interrogatori delle SS ed è l'artefice che si nasconde dietro al misterioso Progetto Phoenix.

Figlio unico di una facoltosa famiglia con una lunga tradizione militare, Freisinger ha prestato servizio come corriere e analista durante gli ultimi anni della Grande guerra. In seguito, è entrato nella polizia militare e successivamente nella Gestapo, scalando rapidamente la gerarchia del partito nazista grazie alla sua astuzia e al suo ingegno tattico.

Carismatico e senza scrupoli, Freisinger fa sentire chiunque speciale, ma usa questo suo carisma per manipolare le persone e farsi dire ciò che vuole sapere. Cerca sempre di trarre il massimo da un individuo, sia che si tratti di un collega o di un nemico, ricordando e analizzando ogni minimo dettaglio per ottenere ciò che vuole.

L'obiettivo di Freisinger è di essere all'altezza della reputazione della sua famiglia all'interno dell'esercito e portare avanti il retaggio del suo nome. Per lui, le battaglie individuali sono di poco conto, poiché sa perfettamente che per vincere la guerra bisogna sconfiggere in astuzia i propri avversari.

In ultima analisi, Freisinger è disposto a sacrificare tutto e tutti per assicurarsi la riuscita del Progetto Phoenix.

Altre informazioni sulla campagna in arrivo

Con l'avvicinarsi del 5 novembre, data di pubblicazione di Vanguard, il blog di Call of Duty sta accumulando tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Resta connesso al blog tramite gli account di Twitter di @Activision, @CallofDuty e @SHGames, su Instagram e su Facebook, per dare un'occhiata più da vicino al prossimo capitolo di Zombi di Treyarch, al pre-caricamento, ai requisiti per PC e a molte altre informazioni su tutto ciò che riguarda Vanguard.

Oltre al blog di Call of Duty, segui il blog di Sledgehammer Games per gli annunci e le informazioni su Call of Duty: Vanguard, direttamente dallo studio di sviluppo principale. Al momento, qui puoi trovare ulteriori informazioni sulla campagna di gioco con gli approfondimenti e le interviste agli sviluppatori.

Preacquista ora su Battle.net o su CallofDuty.com.

Combatti su tutti i fronti.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti su Call of Duty®: Vanguard, visita www.callofduty.com, www.youtube.com/CallOfDutyIT e segui @SHGames, @Treyarch, @RavenSoftware e @CallofDuty su Twitter, Instagram e Facebook.

© 2021 Activision Publishing, Inc. ACTIVISION, CALL OF DUTY e CALL OF DUTY VANGUARD sono marchi di Activision Publishing, Inc.

Per maggiori informazioni sui giochi di Activision, segui @Activision su Twitter, Instagram e Facebook.

Articolo successivo

  1. Dettagli della campagna di Call of Duty: Vanguard - Dietro le quinte dell'esperienza per giocatore singolo
    Call of Duty®: Vanguard
    4 g.

    Dettagli della campagna di Call of Duty: Vanguard - Dietro le quinte dell'esperienza per giocatore singolo

    Come può una squadra segreta internazionale delle forze speciali fermare il ritorno dei nazisti alla fine della Seconda guerra mondiale? E in che modo Sledgehammer Games ci aiuta a raccontare questa storia? Ecco cosa devi sapere sulla campagna di Call of Duty: Vanguard.

Notizie in evidenza