World of Warcraft

Anteprima di Battle for Azeroth: visita guidata a Zuldazar

Anteprima di Battle for Azeroth: visita guidata a Zuldazar

Situata nel cuore del subcontinente di Zandalar e immersa in una giungla primitiva, Zuldazar apparteneva all'antico e possente impero degli Zandalari. Unisciti a noi in una breve visita guidata della città più antica del mondo e delle maestose terre che la circondano, e ammira la flora e la fauna che popolano questo antico dominio.


In alto, oltre le cime degli alberi della giungla, il Trono Dorato svetta al centro della città di Zuldazar, fornendo uno dei panorami più mozzafiato della regione. È da qui che governa Rastakhan, Re degli Zandalari. Al di sotto si estende un vasto, antico paesaggio urbano di terrazze collegate, punteggiato di templi dedicati ai Loa e mantenuti dai loro leali servitori.

Benvenuto a Zuldazar.


Le cose non sono come dovrebbero essere, nel grande impero. La terra è carica di oscuri segreti e si fanno insistenti le voci di una rivolta imminente. Come rappresentante dell'Orda, avrai bisogno di guadagnare la fiducia di Re Rastakhan e del Concilio degli Zanchuli per ottenere l'accesso alle risorse di Zuldazar e alle sue forze navali superiori. Gli sforzi bellici dell'Orda dipendono da questo.

I visitatori possono trovare tutto il necessario per un soggiorno prolungato nel cuore di Dazar'alor, nel centro della città. I servizi offerti includono una locanda, portali per Orgrimmar, Picco del Tuono e Lunargenta, istruttori delle professioni, una banca, manichini d'allenamento, mercanti e molto altro ancora. È facile perdersi, in questa città antica e multipiano, ma ciò non fa altro che evidenziare quanto sia grande e maestosa.

Occhio a dove metti i piedi
Se hai deciso di esplorare la città e l'area circostante, ti consigliamo di mettere in valigia delle scarpe da passeggio e di usare una cavalcatura ben riposata. Ci sono migliaia di gradini a Zuldazar. Fai sempre attenzione: basta un passo falso per precipitare in una delle tante cascate vertiginose che circondano la città. Ma la vista è mozzafiato!

Cose da provare: fai un giro su un Brutosauro della Carovana! Addestrati a trasportare merci per tutta Zuldazar, i brutosauri offrono un giro lento ma sicuro di tutte le terrazze della città.

alternate-image-name

Un santuario per i Loa
Adorati come divinità dai Troll Zandalari, i Loa sono degli Dei Selvatici, o gli spiriti di Azeroth. Molti dei templi dedicati a queste divinità si trovano spesso sulle terrazze più alte o sulle cime delle montagne, considerate terra sacra dai devoti.

Lo sapevi? Atal'ai significa "i devoti" nella lingua degli Zandalari.

Nella parte meridionale della città, nel punto più basso, troverai il vasto Porto di Zandalar. È qui che gli Zandalari attraccano con la loro potente flotta e che i commercianti di Azeroth vendono le loro merci e i loro servizi.

Ai personaggi sufficientemente potenti (livello 115) e che avranno completato una missione introduttiva, il Capitano Rez'okun permetterà di accedere alle Scorrerie sulle Isole dalla Mappa delle Scorrerie.


I dintorni selvaggi

Il ricco arazzo di flora e fauna di Zandalar richiede ricerche e catalogazioni. Gli Zandalari si sono dimostrati capaci addestratori di bestie, addomesticando molte delle creature che vagano per questa terra. Alcune di queste bestie si sono dimostrate alleati utili per gli Zandalari, mentre altre sono solo d'ostacolo a coloro che cercano di sfruttare le risorse della giungla.

Devasauri, brutosauri, pterrordattili e cornofurente, tutti addomesticati, sono solo una parte del ricco serraglio. Ci sono innumerevoli altre bestie che hanno trovato rifugio nella giungla circostante, dalle Bestie dei Fiumi Fangose ai Morsicatori Vaganti.


La conoscenza tortolliana è potere

Sia all'interno della città che al di là dei suoi confini, incontrerai i rappresentanti di una nuova razza: i Tortolliani. Questi antichi studiosi sono sempre alla ricerca della conoscenza e dell'acquisizione di manufatti rari, e hanno costantemente bisogno di anime coraggiose che li aiutino a trovare ciò che stanno cercando. Aiutarli può essere rischioso, ma avere questi preziosi eruditi dalla propria parte potrebbe anche valerne la pena.


Dove riposano i re

Se segui la Strada Dorata che dalla città sale sulle montagne a ovest, raggiungerai Atal'dazar. Queste antiche piramidi sono il luogo in cui riposano i re degli Zandalari da millenni. A ogni nuovo governante che muore, nuove stanze vengono costruite per ospitare le vaste ricchezze del defunto.

Atal'dazar è la base di partenza per due nuove spedizioni: Atal'dazar (all'esterno) e Riposo dei Re (all'interno).

Una lunghissima costa circonda Zuldazar a sud, est e ovest, offrendo abbondanti opportunità per pescare, fare giri in barca, nuotare e andare a caccia di tesori. Verso nord, la palude di Nazmir attende di essere esplorata, piena di opportunità per ottenere il favore degli Zandalari.

Articolo successivo
World of Warcraft
4h

Hotfix: 15 agosto 2018

Ecco un elenco di hotfix che risolvono alcuni problemi relativi a World of Warcraft: Battle for Azeroth.