World of Warcraft

Anteprima di Battle for Azeroth: visita guidata a Nazmir

Anteprima di Battle for Azeroth: visita guidata a Nazmir

Un tempo cuore luminoso della civiltà dei Troll, Nazmir è ora una tetra palude popolata da rovine che ne ricordano la grandezza di un tempo. Nell'attuale capitale dei Troll, Zuldazar, storie tramandate di generazione in generazione che raccontano di corrotti praticanti della magia del sangue di Nazmir vengono usate per spaventare i bambini. Chi ha osato addentrarsi nelle paludi ha avuto la pessima abitudine di sparire senza fare ritorno. Se i Troll del Sangue di Nazmir popolano gli incubi dei bambini Zandalari, una buona ragione ci sarà.

Benvenuto a Nazmir.


Nazmir è una palude primordiale che ospita una varietà di insetti e bestie pericolose. Molti dei templi e degli edifici, un tempo grandiosi, giacciono in rovina, sparsi nella regione come denti rotti. La vegetazione ha aggredito le mura di pietra, reclamando la terra pezzo per pezzo. La tua pericolosa avventura insieme alla Principessa Talanji inizia su uno dei molti sentieri abbandonati e invasi dall'acqua di Nazmir.

È qui che i Troll del Sangue eseguono i loro macabri rituali in onore del loro sanguinario dio G'huun. Benché il re degli Zandalari, Rastakhan, e i suoi consiglieri abbiano ignorato questa minaccia troppo a lungo, sua figlia, la Principessa Talanji, è pronta ad affrontarla e allearsi con i quattro Loa di Nazmir potrebbe essere l'unica possibilità di vittoria.

La tua prima missione sarà quella di cercare il Loa Pipistrello Hir'eek, il Loa della Morte Bwonsamdi, il Loa Tartaruga Torga e il Loa Rana Krag'wa, e chiedere il loro aiuto. Sempre che vogliano dartelo.

I Troll del Sangue sono una seria minaccia per gli Zandalari. Con il potere del loro dio del sangue vogliono distruggere la grande nazione dei Troll, e potenzialmente espandersi oltre i confini delle loro isole. Alimentano il loro vudù con profani rituali di sangue assumendo il controllo di mostruosità non morte. Chi entra nella palude non ne esce vivo, diventando istantaneamente un sacrificio per G'huun.

Il panorama offerto da Nazmir sono torbide paludi e affluenti alimentati dalle grandi cascate di Zuldazar. Il Fiume degli Zannefini e il Rivo Infranto si snodano attraverso Nazmir, allagando le paludi che dominano la regione.

Cose da provare: ricerca di cibo
Tieni d'occhio le piante commestibili e altri oggetti in tutta la regione che possano aumentare la tua potenza nel corso del viaggio. Avrai bisogno di tutto l'aiuto possibile quando ti addentrerai nelle profondità della palude.

Ogni passo nella tua ricerca dei Loa di questa regione ti porterà sempre più in profondità nel cuore del territorio dei Troll del Sangue, dandoti l'opportunità di dimostrare agli Zandalari il valore dell'Orda come fazione alleata.

I Loa ti chiamano

Allearsi con Bwonsamdi, il Loa della Morte, presenta dei vantaggi. Ma, come per ogni patto stretto con la morte, il prezzo è alto.

Nella zona intorno al tempio di Bwonsamdi, le roccaforti e i villaggi dei Troll del Sangue sono rossi del sangue delle loro vittime e le prove delle loro turpitudini marchiano il paesaggio. Questi segni sono un avvertimento e una dichiarazione che i Troll del Sangue devono essere temuti: sono la potenza definitiva che governa Nazmir e chi non si piega al loro volere verrà distrutto.

Lo sapevi?
"Ma'ma" in Zandalari significa "madre". Anche se non è un termine tipico dei Troll del Sangue, i maschi della tribù lo usano come termine rispettoso per le femmine della loro società.

Non sarai l'unico ad affrontare la furia dei Troll del Sangue: nonostante il pericolo che essi rappresentano, i Tortolliani, sempre in cerca di una buona storia, continuano a recarsi in pellegrinaggio dal Loa Tartaruga, Torga. Ma non lasciarti ingannare dalla loro passione per i racconti: sono alleati abili nel combattere i Troll del Sangue, specialmente se pensano di poterne ricavare una storia interessante da raccontare.

Che i Loa estendano la loro benedizione su di te nel tuo viaggio verso Grottamarcia, una spedizione da cinque giocatori a Nazmir: ti servirà per affrontare gli orrori che la infestano.


Un lungo tratto di costa delimita Nazmir a nord e a est, mentre il Rivo Infranto costituisce il confine meridionale naturale con Zuldazar. Sono tutti posti ottimi per pescare, cacciare, nuotare e cercare tesori. A ovest troverai le ribollenti Pozze di Pece di Shoaljai, dove il fumo dolciastro che emerge dalle fenditure nel terreno ammorba l'aria, saturandola di cenere e polvere. A ovest delle pozze di pece, all'estremo confine occidentale, il sentiero che porta nell'arido deserto di Vol'dun offre ulteriori opportunità di entrare nelle grazie degli Zandalari.

Grottamarcia

Nelle profondità delle paludi di Nazmir, una malattia cresce sotto la superficie. Se questa corruzione non verrà epurata immediatamente, invaderà tutto il mondo come una piaga, lasciando dietro di sé solo marciume e infezione.

Difficoltà: Normale, Eroica, Mitica
Livello: Orda* 110+ (una delle quattro spedizioni per la progressione)
*Al livello 120, disponibile sia per l'Orda che per l'Alleanza

Anziana Leaxa: devota seguace di G'huun, l'Anziana Leaxa desidera spargere la piaga tramite sacrifici di sangue rituali.

Faucilarghe l'Infestato: infestata da parassiti della piaga, l'unico desiderio di questa bestia è di fuggire dalle caverne per diffondere l'infezione di G'huun in tutto il mondo.

Invocatore delle Spore Zancha: trasfigurato dalla corruzione di G'huun, Zancha ha come unico desiderio spargere la piaga che dimora nel suo corpo.

Abominio Indomabile: il marciume di G'huun nella sua forma più pura: l'Abominio Indomabile ha come unico scopo quello di infettare qualunque essere vivente.

Articolo successivo
World of Warcraft
4 g.

WoW Classic: boss esterni e sistema dell'Onore in PvP disponibili

Preparati a mettere alla prova le tue abilità in WoW Classic. Ora sono disponibili il sistema dell'Onore in PvP e i boss esterni Lord Kazzak e Azuregos.