StarCraft II

Riflessioni su una decade: le migliori partite competitive di StarCraft II, terza parte

Riflessioni su una decade: le migliori partite competitive di StarCraft II, terza parte

Parte I: Wings of Liberty | Parte II: Heart of the Swarm | Parte III: Legacy of the Void

Sono passati quasi cinque anni dalla pubblicazione dell'ultima espansione di StarCraft II, che ha visto la conclusione della storia della campagna principale, ma non quella dei nostri eSport. Qui sotto, concluderemo il nostro viaggio attraverso 10 anni di partite competitive di StarCraft II con i migliori scontri professionistici di Legacy of the Void.

2016

Scarlett vs Stats

  • Sedicesimi di finale dell'HomeStory Cup XIV, Gara 1 (17 novembre 2016)

  • Mappa: Stazione Dasan

  • Commento: Harstem, Snute e Tod

  • VOD

A partire dal 2011, il Teamliquid Map Contest è stato introdotto come mezzo per la community per contribuire alla selezione ufficiale di mappe classificate. Nessuna mappa sfornata da questa competizione si è rivelata più famosa (o famigerata?) di Stazione Dasan, una creazione dello scienziato pazzo Enekh. Caratterizzata dalla distanza di rush più breve mai apparsa su una mappa di ladder, essa incoraggiava strategie aggressive, e le partite medie erano qualcosa di molto diverso da quello che si poteva vedere tipicamente sulla scena professionistica di StarCraft.

Una di queste partite è stata giocata durante la quattordicesima edizione dell'HomeStory Cup, una perfetta atmosfera rilassante per la saga che stiamo per descrivere. La partita è cominciata con un rush di Droni, l'attacco più aggressivo e rapido che un giocatore di StarCraft II possa effettuare. Questo tipo di strategie dove si rischia il tutto per tutto di solito si concludono in due possibili modi: o l'attaccante vince immediatamente, o il difensore sopravvive con un vantaggio insormontabile. Tuttavia, in questo caso, Kim "Stats" Dae-yeob è riuscito a difendersi dall'attacco di Sasha "Scarlett" Hostyn con un margine così ristretto che i giocatori si sono ritrovati in condizioni di parità, con quattro Sonde contro soli cinque Droni! Partendo da questa base altamente improbabile, la partita è diventata una delle battaglie botta e risposta tra zerg e protoss più avvincenti di sempre.

Menzione d'onore del 2016

Yun "TaeJa" Young-seo vs Joo "Zest" Sung-wook

  • Ottavi di finale della Stagione 2 della GSL 2016, Gara 3 (10 agosto 2016)

  • Mappa: New Gettysburg

  • Commento: Valdes e Wolf

2017

INnoVation vs Dark

  • Semifinali della Stagione 3 della GSL 2017, Gara 3 (8 settembre 2017)

  • Mappa: Accolita

  • Commento: Artosis e Tasteless

Su StarCraft, si parla di "base trade" quando i giocatori attaccano le reciproche basi invece di combattere in un'epica battaglia. Queste partite diventano una gara a distruggere le strutture mentre si riducono in fretta le risorse, o in altre parole: un caos imprevedibile.

In una battaglia svoltasi nel 2017 tra la leggenda dei terran Lee "INnoVation" Shin-hyung e la stella degli zerg Park "Dark" Ryung-whoo, INnoVation ha cominciato con una strategia proxy insolita e molto rischiosa, assalendo Dark con i Carri d'assedio e i Liberatori prodotti appena al di fuori della sua base. Quando Dark ha capito che difendersi contro questi attacchi era inutile, ha scelto di abbandonare tutto tramite un Verme Nydus che ha trasportato tutte le sue unità direttamente nella base scoperta di INnoVation. Ciò che ne è seguito è stato uno scambio di basi letterale, con Dark che ha preso il controllo dell'ormai defunta base di INnoVation, mentre INnoVation ha fatto decollare il suo Centro di Comando e si è spostato dove in precedenza si trovava Dark. Da qui in poi, la partita è continuata con entrambi i giocatori obbligati a scontrarsi più volte. Il vincitore è stato determinato in ultima analisi dalla creatività e dalla flessibilità dei giocatori.

Menzione d'onore del 2017

Lee "INnoVation" Shin-hyung vs Jeon "TY" Tae-yang

  • Grand Finals di GSL vs. The World 2017, Gara 2 (6 agosto 2017)

  • Mappa: Barriera sommersa

  • Commento: iNcontroL e Rotterdam

2018

Classic vs Reynor

  • Sedicesimi di finale della Stagione 3 della GSL 2018, Gara 3 (4 luglio 2018)

  • Mappa: Strade perdute

  • Commento: Artosis e Tasteless

Il 2018 è stato indubbiamente l'anno di Joona "Serral" Sotala, che è diventato il primo giocatore non sudcoreano a sfidare la crème de la crème dei giocatori di StarCraft II. Ma Serral non è stato l'unico giocatore fantastico a emergere nel 2018. Un altro promettente giocatore zerg, Riccardo "Reynor" Romiti, non aveva ancora l'età adatta per partecipare al WCS Circuit e, nel tentativo di dimostrare il suo valore e migliorarsi, è andato in Corea per far pratica sulla ladder coreana e competere nella Global StarCraft II League (GSL).

Non è un segreto che i migliori giocatori di StarCraft provengano sistematicamente dalla Corea del Sud. Un fattore determinante sono le case condivise dalle squadre sudcoreane, che permettono di fare allenamenti rigorosi e condividere le idee, una cosa che le altre regioni non possono eguagliare. E nonostante i non coreani che partecipavano alla GSL fossero molti nei primi tre anni di StarCraft II, questa tendenza si è spenta progressivamente dopo il poco successo ottenuto.

Le probabilità non erano dalla parte di Reynor. Quando è finito in un gruppo insieme a un giocatore protoss esperto, Kim "Classic" Doh Woo, sembrava che le cose si stessero mettendo male.

Tuttavia, nella partita che abbiamo selezionato, Reynor è stato più che all'altezza della sfida. I suoi caratteristici attacchi su più fronti si sono scontrati con le solide difese di Classic, creando una gara ricca d'azione incontrollata, svolte inaspettate e un'impeccabile vittoria simile a qualcosa che si potrebbe trovare nel retro di una delle scatole dei nostri videogiochi.

Menzione d'onore del 2018

Joona "Serral" Sotala vs Kim "Stats" Dae-yeob

  • Grand Finals di GSL vs The World 2018, Gara 5 (5 agosto 2018)

  • Mappa: 16-bit

  • Commento: Rotterdam e Tasteless

2019

Maru vs Stats

  • Ottavi di finale del GSL Super Tournament 2019 1, Gara 4 (18 aprile 2019)

  • Mappa: Anno zero

  • Commento: Artosis e Tasteless

Nonostante giocare le partite basandosi sulla produzione della Fabbrica fosse comune negli scontri terran vs protoss (TvP) di StarCraft: Brood War, non ha mai preso piede su StarCraft II. I critici delle composizioni dicevano che fosse impossibile che le unità meccaniche terran potessero affrontare le unità aeree dei protoss nelle fasi finali di gioco, difendersi contro gli attacchi a metà gioco o anche opporsi contro le espansioni in ogni angolo della mappa. Tuttavia, nel 2019, qualche coraggioso giocatore terran è riuscito a far funzionare la strategia meccanica contro i protoss sui palcoscenici competitivi più importanti di StarCraft II.

Nel primo scontro del GSL Super Tournament 2019, Cho "Maru" Seong-ju ha sorpreso il mondo intero utilizzando una composizione incentrata sulle unità meccaniche in una sfida al meglio delle cinque. Grazie all'introduzione del Cyclone in Legacy of the Void, le unità meccaniche avevano un'opzione di mobilità con la quale andare a caccia per la mappa. Utilizzando il Cyclone come unità principale, Maru è stato in grado di mostrare uno stile di gioco dinamico che ha messo alla prova il suo incredibile avversario protoss, Kim "Stats" Dae-yeob. Nella quarta partita della serie, Stats si è adattato a questo stile, passando a una fase finale di gioco più pesante e incentrata sulle Portastormo.

Mentre entrambi i giocatori si riposizionavano di continuo per tutta la mappa, provavano ogni tipo di composizione delle unità disponibile e sferravano una serie di colpi devastanti, solo una cosa era certa: nessuno dei commentatori, degli spettatori e neanche i giocatori stessi avevano idea di chi avrebbe vinto. Dopo più di 30 minuti di tensione, con la mappa quasi prosciugata di risorse e i giocatori che faticavano a oltrepassare i 100 rifornimenti, una singola unità avrebbe deciso le sorti del gioco.

Questa serie ha iniziato una piccola rivoluzione. La strategia con le unità meccaniche ha debuttato su uno dei più grandi palcoscenici immaginabili e, fino a oggi, si può ancora vedere come certi giocatori terran la utilizzino per tenere sulle spine gli avversari protoss.

Menzione d'onore del 2019

Joona "Serral" Sotala vs Eo "soO" Yung-su

  • Quarti di finale dell'IEM Katowice 2019, Gara 3 (2 marzo 2019)

  • Mappa: Anno zero

  • Commento: Rotterdam e Tod

2020 e oltre

Questo ci riporta al 2020, il primo anno di un nuovo fantastico circuito competitivo promosso da ESL. Abbiamo già assistito a degli incredibili scontri nel 2020, ma pensavamo che fosse un po' precoce giudicare quale fosse il migliore dell'anno. Dopotutto, la natura degli scontri competitivi di StarCraft II è in perpetuo cambiamento. I giocatori sono in continua evoluzione e ci sorprendono con nuove e audaci strategie, per non parlare delle capigliature e dei festeggiamenti.

Grazie per aver trascorso del tempo a esplorare la storia del gioco con noi! Non vediamo l'ora di condividere con te il suo futuro negli anni a venire!

Parte I: Wings of Liberty | Parte II: Heart of the Swarm | Parte III: Legacy of the Void

Articolo successivo

  1. Cosa succede in gioco a inizio novembre
    Dentro la Blizzard
    1h

    Cosa succede in gioco a inizio novembre

    Nessuno ama scoprire i segreti delle altre persone quanto l'hacker più famosa di Overwatch, Sombra. Nessun firewall è troppo complesso e nessuna codifica troppo intricata per tenerla lontana a lungo. Se hai qualcosa da nascondere, prega che non sia di alcun interesse per Sombra. L'unico modo per battere questa cyber-vigilante è ripulire gli scheletri nel tuo armadio prima che lo faccia lei. Ma ora accendiamo la luce e vediamo cos'ha in serbo per noi il calendario di gioco.

Notizie in evidenza