StarCraft II

StarCraft II celebra il primo campione europeo delle WCS Global Finals

StarCraft II celebra il primo campione europeo delle WCS Global Finals

Quest'anno, StarCraft festeggia il suo 20° anniversario. Se fosse una persona sarebbe all'università, o a lavorare pensando al futuro. Sarebbe un momento in cui un cambiamento è inevitabile.

Qui alla BlizzCon 2018, davanti a un'arena stipata all'inverosimile, dove la sicurezza ha dovuto gestire gli ingressi, StarCraft ha vissuto il suo momento di transizione: per la prima volta nella storia, un giocatore non coreano ha vinto una finale globale. Joona "Serral" Sotala, il timido zerg finlandese con tanto di cappello, ha vinto le WCS Global Finals.

DSC_1815.jpg

Le trame più intriganti sono quelle con i colpi di scena. All'inizio della BlizzCon, eravamo tutti sicuri che le stelle fossero allineate per darci la finale perfetta tra Serral e il terran Cho "Maru" Seong Ju. Entrambi hanno dominato il rispettivo circuito nel 2018, vincendo tutti gli eventi ai quali hanno partecipato e preparandosi a una simmetrica sfida definitiva.
Il sogno si è però sciolto come neve al sole quando Maru ha perso con un secco 3-0 nella giornata d'apertura della BlizzCon 2018.

Tuttavia, un nuovo miraggio stava prendendo forma: mentre si svolgevano le gare di sabato, improvvisamente ci siamo trovati davanti a una rivincita di GSL vs The World, che aveva visto Serral chiudere sul 4-3 una serie combattuta contro Kim "Stats" Dae Yeob. È stata la tempesta perfetta che non sapevamo di volere. Poi è arrivata.

Serral si è portato in vantaggio sin dall'inizio delle Grand Finals, vincendo tre mappe grazie a una pazzesca tecnica difensiva e al paziente stillicidio nei confronti dell'avversario a cui ci ha abituato (e per il quale è temuto). Mentre la folla circondava il palco aspettandosi il 4-0 finale, Stats, noto per essere uno dei più versatili e costanti giocatori protoss del mondo, ha mostrato al pubblico che anche gli eroi possono essere feriti, strappando a Serral due partite di fila.

20181103_Helena-Kristiansson_BlizzconSC2_03880.jpg

"Ero abbastanza infastidito, arrabbiato con me stesso," ha detto Serral. "Ho fatto degli errori stupidi. In ogni caso, la cosa non mi ha turbato più di tanto."

La partita successiva è stato uno scontro aereo che ha tenuto i giocatori incollati alle sedie. Anche se la flotta di Stats poteva sembrare predominante, Serral è riuscito a sbilanciare l'economia del sudcoreano rintuzzandolo di continuo, soffocandolo lentamente e dimostrando di saper gestire magistralmente le proprie unità aeree. Quando Stats ha scritto il suo ultimo "gg", la folla è esplosa, scuotendo le mura dell'Anaheim Convention Center.

Dopo il match, Serral è stato accerchiato dalla stampa che voleva fotografarlo mentre alzava il trofeo, bersagliandolo al contempo di domande. Quando tutto è finito, gli ho chiesto se sarebbe stato difficile gestire una situazione del genere.

"È bellissimo aver vinto a questo evento facendo anche la storia," ha detto sorridendo. "È incredibile, ma devo ancora rendermene davvero conto."

È stato un viaggio lungo anni. Nel 2015, Serral riusciva a malapena a entrare nei sedicesimi di finale degli eventi WCS. Ci sono voluti anni per arrivare fin qui, ma non ha mai mollato. "Ho sempre amato StarCraft ed è per questo che continuo a giocarci," ha aggiunto Serral. "Durante l'anno passato, ho finito il liceo e ho affinato le mie abilità. Quest'anno sono riuscito a diventare bravo e costante."

DSC_2010.jpg

Cosa riserva il futuro a Serral? Niente di particolare, a quanto pare. "Voglio continuare a giocare e vincere tutte le competizioni a cui riesco a partecipare," ha detto. "Non credo che mi fermerò né che rallenterò."

Tutto cambia. I giochi, le community, le passioni e la gente. StarCraft è stato, e sarà ancora per tanti anni, un'espressione di ciò che di meglio c'è in noi. Gli eSport non sarebbero dove sono oggi senza StarCraft (molte delle nostre stesse vite non sarebbero come sono oggi senza StarCraft) e il risultato delle WCS Global Finals ci ha mostrato che grazie alla persistenza, all'attitudine e agli amici che ti sostengono, niente è davvero impossibile.

Articolo successivo
World of Warcraft
2 g.

Hotfix: 18 luglio 2019

Ecco un elenco di hotfix che risolvono alcuni problemi relativi a World of Warcraft: Battle for Azeroth.